Checklist

Checklist: cosa fare il mese prima del lancio

 

Per arrivare a lanciare una campagna di crowdfunding di successo non bisogna mai sottovalutare l’importanza della fase preparatoria di costruzione dei contenuti: è necessaria una meticolosa pianificazione che non concede scorciatoie! Dato che ci sono molte cose da tenere a mente, abbiamo preparato una snella checklist da consultare – e da spuntare – prima di lanciare la campagna di crowdfunding! Pronti? Iniziamo…

 

1 – Costruisci la campagna

Il primo punto della nostra checklist riguarda la fase di registrazione e preparazione dei contenuti ovvero:

 

2 – Realizza un video

Il video di una campagna di crowdfunding è senza dubbio lo strumento di presentazione e promozione più importante a tua disposizione. Per cui accertati di aver compiuto le seguenti azioni:

  • Creazione di un copione
  • Produzione di qualità
  • Riprese
  • Call to action.

 

3 – Pensa ai donatori e alle ricompense

Se il video aggancia l’utente e le descrizioni gli spiegano ogni dettaglio, le ricompense servono a convincerlo a contribuire e ad aumentare (di molto) l’importo della donazione. Cerca di definirle al meglio attraverso:

  • Lista dei possibili donatori suddivisi per fasce
  • Lista dei possibili enti/sponsor
  • Definizione delle ricompense
  • Definizione del prezzo di realizzazione delle ricompense
  • Definizione del prezzo di packaging e invio.

 

4 – Fai un’analisi dei costi

Per la definizione del budget non esiste una formula valida per tutti, ogni campagna, ogni team e ogni situazione è unica. In ogni caso, una buona base di partenza è quello di tenere conto delle spese da sostenere per definire un budget minimo e di calcolare la portata che si è in grado di raggiungere con la propria community per definire un budget massimo. Assicurati di calcolare:

  • Costi di progetto
  • Costi burocratici
  • Costi della campagna
  • Costi delle ricompense
  • Costi di comunicazione
  • Altri costi.

 

5 – Assicurati i primi donatori

I primi donatori sono la risorsa più importante di tutte le campagne di crowdfunding. Chi sono? Amici, familiari, partner e sostenitori. Tutta quella cerchia di persone a noi vicine, che potremmo definire utenti fidelizzati, che supporta a prescindere il nostro progetto. Il loro obiettivo è quello di aiutarci ad arrivare a raccogliere il primo 30% del budget nel minor tempo possibile. Ti suggeriamo di:

  • Ricerca di almeno 5 donatori certi nelle prime 24h della campagna
  • Spiegazione modalità di registrazione e donazione
  • Registrazione anticipata dei donatori.

 

6 – Inizia a costruire la comunicazione

La comunicazione, tutti lo sappiamo, è un’arma fondamentale. Un progetto non esiste davvero fino al momento in cui viene comunicato. Studiare un piano di comunicazione è essenziale e preparare materiali informativi potrebbe dare una marcia in più alla raccolta fondi. Per cui anticipa i tempi e preparare:

  • Mailing list possibili donatori
  • Mailing list contatti utili
  • Mailing list contatti istituzionali
  • Preparazione messaggi (email, Facebook, altri social)
  • Ipotesi di una campagna social.

 

7 – Materiale extra

Dai spazio alla tua creatività: tutto ciò di aggiuntivo che aiuta a comprendere o promuovere il progetto sarà una buona idea. Per cui via libera a:

  • Fotografie aggiuntive dello staff o dell’evento
  • Grafiche/infografiche aggiuntive
  • Supporti diversificati (cartoline, segnalibri…).

 

La nostra checklist di conclude così! Se siete interessati, se avete in mente un progetto, se pensate che la raccolta fondi possa essere lo strumento giusto per dare ali alle vostre idee, rimanete aggiornati e seguite tutte le nostre news o scriveteci alla mail: info@comantova.it.