Errori

Quali errori non commettere nel crowdfunding

 

Il crowdfunding, lo sappiamo, ha delle regole tutte sue. Raccogliere fondi online per finanziare un progetto ha un codice di comportamento, un vero e proprio galateo delle buone maniere. Ma quali sono gli errori che è proprio è meglio evitare di commettere?

 

Errore primo

Il crowdfunding non è una mera colletta. Quindi. Tra gli errori peggiori, possiamo elencare trascurare la community e iniziare la campagna senza avere un adeguato presidio sul web.

 

Errore secondo

È sbagliato interrompere la comunicazione una volta che è stato raggiunto l’obiettivo di raccolta. Va curata con attenzione la rendicontazione del progetto in tutti i suoi aspetti, raccontando nel dettaglio come sono stati spesi i fondi e cosa si è realizzato.

 

Errore terzo

Dimenticarsi di prendersi cura della relazione col donatore. La trasparenza è una base fondamentale per instaurare un rapporto di fiducia, che può essere il punto di partenza anche di una successiva campagna.

 

Errore quarto

Importunare il tuo pubblico è uno degli errori più gravi! Se da un lato è peccato trascurare la campagna, dall’altro è controproducente inondare i canali di comunicazione con notizie ininfluenti giusto per dare una idea di abbondanza o di attivismo.

 

Se desideri maggiori informazioni scrivici alla nostra mail: info@comantova.it

E ricorda, hai tempo per candidare un progetto all’interno della V call fino al 13 luglio!!