PMI

PMI: le prospettive di sviluppo con il crowdfunding

 

Una delle conseguenze più visibili del contesto economico attuale e della crisi economica iniziata nel 2008, è stato il taglio drammatico delle fonti di finanziamento, in particolare per le PMI – Piccole Medie Imprese.

 

PMI in Italia: la fotografia

Queste realtà costituiscono la maggior parte del tessuto imprenditoriale italiano. Da un punto di vista numerico, le micro imprese (fino a 9 addetti) sono oltre il 95% delle imprese del nostro paese; le piccole imprese (fino a 49 addetti) sono poco più del 4%; infine, tra le medie e le grandi non si arriva all’1%. (Elaborazione Centro Studi CNA su dati MISE).


 

 “Fare impresa oggi”

Per far fronte a questa situazione si è imposta con forza la ricerca di soluzioni alternative al finanziamento bancario. Dal novembre 2011 al novembre del 2017 i prestiti bancari ai settori produttivi si sono ridotti di circa 190 miliardi, una discesa continua che pare non fermarsi nemmeno nel 2020. La necessità urgente è quella di identificare nuovi strumenti che consentano alle micro e piccole imprese di poter respirare qualche boccata di ossigeno in cui poter riprendere veramente a “fare impresa”. Dopo la lunga crisi, è necessario rigenerare il tessuto economico e produttivo, non solo favorendo la creazione di nuove start-up, ma anche accompagnando le imprese esistenti nella direzione dell’innovazione, per rimanere al passo con i tempi.


 

Crowdfunding per le PMI

Un esempio concreto del processo di innovazione finanziaria è rappresentato dal crowdfunding, che, nelle sue diverse declinazioni operative, si colloca tra le nuove possibili vie di reperimento e distribuzione delle risorse finanziarie. Il crowdfunding è una modalità di finanziamento che consente ad un’azienda non quotata di raccogliere dal pubblico, con strumenti online, risorse finanziarie di debito e di capitale per sostenere l’innovazione e la crescita. Il crowdfunding i Italia vale oltre 120 milioni di Euro e sono notevoli i vantaggi introdotti nella normativa per le imprese in cerca di capitale per gli investitori. L’Equity Crowdfunding viene esteso a tutte le PMI, non solo alle strat-up e PMI innovative, e i fondi pensione vengono incentivati a investire nel capitale delle aziende. Inoltre, ai fini dell’operatività del crowdfunding, di particolare rilevo è la recente regolamentazione in materia introdotta dalla Consob.


 

Per curiosità o domande lo staff di CO-Mantova rimane sempre a disposizione alla mail: info@comantova.it


Le informazioni sono in parte tratte dal libro: Il Crowdfunding. Operatività e prospettive di sviluppo, a cura di Raffaele Galano, edito da Eurilink University Press